Home » Eventi

Subdued o Styleforstyle?

18 marzo 2010 36 Comments

subdued-madeinchina

Ieri al’improvviso, mentre lavoravo al mio computer ho ricevuto una strana segnalazione da una fan di facebook (apporfitto per ringraziarla) nella quale seguiva tale testo:

” Hanno fatto le vostre stesse magliette! Ad esempio quella ”i am a voguette” e altre. Le vendono in negozio sotto il  marchio sub dued”

Ed io scettica ho pensato, fosse impossibile….è facile che la mia stessa linea stilistica possa essere seguita anche da brand al passo con i tempi,  no?

Come è possibile che un brand come subDued non pensi ad usufruire della genialità di un giovane grafico o una semplice stylist che pensi per loro nuove ed accattivanti collezioni? Di ragazzi con grande esperienza creativa ce ne sono in Italia ….

Eppure questa mattina mentre mi accingevo nel negozio SubDued della mia città, con piena spensieratezza, ho visto la vetrina e per un momento sono divantata quello che sin da piccola sognavo….una stilista famosa!

Si perchè il marchio SubDued non volendo consultare delle menti creative ha ben pensato di divulgare con la sua etichetta la  collezione ufficiale di magliette Styleforstyle! Ma come disse una delle donne più importanti al mondo, la mitica Coco Chanel :

“Copy is the highest form of Flattery”

….perchè se ti copiano allora sei famoso no? Ma allora le grandi firme sono dei falsi?

Io ho voluto rendervi partecipi di questa drammatica situazione del marchio! Mi dispiace molto che si siano ritroavati a dover consultare internet e i blog di moda, per poter lanciare una nuova collezione primaverile….e poi dicono che i blogger non influenzino il mondo….

A pensare che fino a poco tempo fa, acquistavamo i capi SubDued proprio per la loro “firma” e per la loro modernità stilistica….oggi,  delusa di ciò che ho visto entrando in uno dei loro negozi ho capito che per anni abbiamo pagato dei “TAROCCHI”.

Ho voluto rendere pubblica questa notizia, in modo da poter dare un’ulteriore conferma alle blogger e giovani ragazze come me, che ancora una volta il mondo gira intorno a noi, grazie ai nostri sacrifici a al nostro lavoro!

Pertanto sarei felice che chi come me ogni giorno investe le proprie energie per emergere, possa aiutarmi a divulgrae questa situazione, partendo da questa SEGANALAZIONE, per evitare che brand che stimiamo possano fare la fine della SubDued!

Un’ultima cosa….non vi sentite prese in giro nel ritrovarvi in negozi famosi, collezioni che già da un anno voi conoscevate e acquistavate? In questi casi anche lo shopping diventa noioso….

P.S La prossima settimana esce la nuova collezione…..quindi, oltre ad essere indietro con le idee, i grafici Subdued sono anche indietro con i tempi! Buon per loro, avranno sicuramente nuove grafiche da poter proporre tra un anno!

P.P.S…però un complimento glielo dobbiamo fare! Almeno sull’etichetta c’è scritto Designed in Italy…….Made in Turkey

UPDATE:

Di segutio voglio linkare tutti coloro che mi stanno supportando….grazie anche ai commenti su FB e sul blog!

Leggi quì uno speciale artcolo che denuncia questa squallida situazione:

http://accidiosav.wordpress.com/

Ecco anche un’altra blogger che sostiene la nostra causa:

Irene Closet’s

…e ancora:

Sush-IT

Carrie’s Diary

Federica

UPDATE 19/03/10:

siamo stati contattati dalla Subdued….a presto con gli aggiornamenti. E’ mio dovere informarvi di tutti i risvolti!



36 Comments »

  • Lela said:

    OH MAMMA!!! SCANDALOSO!!!!!!!!!!!! SONO SCONCERTATA!
    Io se fossi in te li contatterei via mail con una sola frase: CHE FANTASIA AVETE AVUTO… e il link al tuo shop.
    CHCHE VERGOGNOSI!

  • http://wmrt.com/?edp=generic-viagra-myths
  • Giorgia Capaccioli (author) said:

    Pensa che stamattina la commessa mi ha chiesto cosa desideravo e io le ho detto…”Le magliette di syleforstyle”……calcola poi che la proprietaria del negozio è un’amica di famiglia e non mi ha neanche salutato!
    Però nonostante la delusione sono soddisfatta, vuol dire che il mio lavoro vienea apprezzato da grandi ditte….se mi contattavano gliele disegnavo di nuove anche gratis…..bastava chiedere!!!!!
    Kisses G*

  • Valeria said:

    Che schifo.
    Ma almeno hai un qualche copyright con il quale farti valere? Perchè non oso immaginare quanto ci abbiano guadagnato sopra il tuo lavoro..

  • Valeria said:

    Ne ho scritto nel mio blog.. magari non è molto, ma un po’ di informazione in più non fa di certo male!

  • Lori said:

    Oddio, devo ammettere che a me Subdued ha sempre dato l’idea di “idee riciclate” per le loro magliette. Certo, non al livello di Brandy, ma mi sono sempre tenuta alla larga da quel negozio.
    Poi sono d’accordo sul fatto che, a mio parere, dovresti andare a reclamare. Ok che se una persona ti copia vuol dire che ti apprezza, ma sarebbe stato più giusto chiedere di collaborare con te e non copiare spudoratamente e basta!

  • Punkie said:

    che tristezza… Ma poi io dico, va bene ispirarsi, passi anche fare un cosa mooolto somigliante. Ma qui hanno preso pari pari le tue magliette! Almeno potevano contattarti e proporti una collaborazione per crearne di nuove… resto allibita.

    Pensa che io quando vedo qualche stilista proporre modelli di scarpe che magari avevo disegnato, molto simili, 10 anni fa, mi rattristo da morire. Penso che se avessi studiato moda, oggi potrei esserci io a disegnare quei modelli… e invece no! nel mio caso ovviamente non si tratta di plagio, ma di pura “coordinazione di pensiero” chiamiamola così! ma qui… cavolo qui è palese che ti hanno rubato le idee!

    :(

  • Rossy said:

    davvero orribile.
    è stato un tuo lavoro e adesso loro ci guadagneranno molto più di te.
    spero che tu possa fare qualcosa!Ad ogni modo penso che ti potevano contattare e chiedere se volevi collaborare!
    e come minimo nella maglietta con i nomi degli stilisti potevano almeno invertire l’ordine o mettere altri nomi,ma evidentemente anche questo era troppo difficile per loro. ahah
    Comunque Giorgia,mi dispiace. Per quanto mi riguarda non vedo l’ora che arrivi la nuova collezione!

  • Bibi in wonderland said:

    Sono allibita, Giò… nonchè schifata!!!
    Ma pensavano magari anche di farla franca…?!
    Reclama Giò, fallo e noi siamo con te! Per cui qualsiasi cosa possa fare, sono pronta a darti voce e supporto!

  • Giorgia Capaccioli (author) said:

    Grazie ancora! credo che la grande denuncia dovete farla anche voi! vi rendete conto che ci buttano là in vetrina con su scritto nuova collezione 2010 magliette “SCANNERIZZATE” di una giovane blogger che da un anno si sta facendo in quattro per emergere????
    CONTO SU DI VOI e grazie mille per il supporto<3
    P.S ance le grafiche non sono state "rifatte" su modello ma palesemente scannerizzate! l'immagine retinata in bianco e nero con la monroe è praticamente la stessa! e comunque c'erano anche altri modelli io mi sono degnata di comprarne solo due!!!!

  • Irene said:

    che totale assenza di rispetto! mi dispiace molto, spero che tu riesca a far valere le tue ragioni!

  • Chiara Ferragni said:

    Assurdo, e non è la prima volta che copiano tshirts di altre ragazze!

  • Benedetta said:

    Anche io mi sono accorta della copia!!! E’ un pò che ti seguo e devo farti i miei complimenti per le tue capacità, quella fra l’altro era una delle mie maglie preferite!!! Cmq non preoccuparti, come hai detto, alla fine puoi solo essere orgogliosa del fatto che ti abbiano copiata, le fashioniste informate senz’altro sanno che è tua! Continua con il tuo lavoro e passaci su! Mi farebbe piacere se mi venissi a trovare, ho aperto da poco un mio fashion blog su: daddysneatness.blogspot.com . Ti faccio ancora tanti complimenti e miraccomando ti aspetto! Ciao cara!

  • Giorgia Capaccioli (author) said:

    Ciao Chiara grazie per il supporto…spero di poter fare un buon passaparola sul web! alla fine i blog sono la forma migliore di denuncia!kisses G*

  • Kiara said:

    Sn sconcertata e allibita!hai tutto il mio appoggio!

  • Rory said:

    Mi dispiace un sacco Giorgia :(
    hai tutto il mio appoggio e la mia comprensione…
    che vergogna.

  • Blue is in Fashion this Year said:

    Che tristezza… Ci sarebbe da inondare Subdued di e-mail di protesta!

  • Eph said:

    Ho voluto rendere pubblica questa notizia, in modo da poter dare un’ulteriore conferma alle blogger e giovani ragazze come me, che ancora una volta il mondo gira intorno a noi..aha. Siete il nuovo asse terrestre. Mignolo col prof non hanno mai conquistato il mondo perchè non erano fashion blogger, averglielo detto..

  • Federica - Bullets and butterflies said:

    Sono con te giorgia!

    fa valere le tue ragioni ;)

  • ValeF said:

    ciao, piacere di conoscerti.. intanto complimenti per il blog, è davvero splendido, per grafica e contenuti.. io ti seguo da un pò in “sordina”, ma, davanti a quello che ti è accaduto, mi sono sentita di manifestarmi.. e’ veramente triste il furto di idee che hai subito.. io credo ci siano gli estremi legali per poter tutelare le tue idee e i tuoi prodotti in questo caso.. avevi depositato qualcosa – tipo un modello o il contenuto dei messaggi – per tutelare le tue idee? te lo chiedo perchè sono del settore legale e so che esistono strumenti di tutela, anche al di là dei depositi formali a protezione di marchi e co.. Continuo a seguirti, sono una appassionata di moda che da piccola aveva il tuo stesso sogno ;-)

  • velvetuzi said:

    Respect Giorgia!
    Noi di SarDorialist siamo con te e non possiamo fare a meno di essere schifatissimi della scorrettezza di certe iniziative: speriamo che l’azienda si prenda le sue responsabilità.

  • cover-t said:

    Credo sia allo stesso tempo scandaloso ed eccezionale. Ho linkato il tuo articolo sul mio tumblr, spero che diffondendo la notizia questo spiacevole evento si trasformi per te in un’occasione di emergere. E spero che il brand in questione paghi questa scorrettezza.
    In bocca al lupo!

  • modainsegni.blogspot.com said:

    Beh, se non denunci entrerai a far parte del circolo della tristezza. Queste cose vanno denunciate… punto. Assolutamente denunciate. Non farlo è sosenere questa terribile cuasa del riciclo delle idee e dei prodotti. Se ami il tuo prodotto devi proteggerlo anche per chi ha deciso acquistarlo sostenendo i tuoi progetti.

  • Giulia P said:

    Sono veramente dispiaciuta per quello che è successo. Il comportamento del brand è a dir poco deplorevole. Meno male che non ho mai acquistato niente in quel negozio!

  • Giorgia Capaccioli (author) said:

    GRAZIE vi adoro anche perchè non c’è forma migliore di protesta che la voce del “popolo del web”!!!
    Cmq lasciamo la roba vecchia alla subdued tanto la prossima settimana noi ci rinnoviamo!

  • Caduta di style!- SushIT || said:

    [...] è quello che scrive Giorgia sul suo blog, http://www.styleforstyle.it. Per fortuna che la prende con ironia.. ma mi verrebbe da esclamare.. che [...]

  • Giorgia Capaccioli (author) said:

    Dai ragazi qualcosa si sta muovendo….piccole lotte per difendere grandi diritti!
    Continuate così!

  • valentina said:

    ciao giorgia! ecco qui un altro articolo di denuncia!

    http://www.sushit.net/2010/03/caduta-di-style/

    sperando che il web vinca la battaglia!

    ciao!

  • Ania said:

    sono letteralmente interdetta Giorgia.. mi dispiace così tanto.
    dobbiamo fare qualcosa, è ingiusto e scandaloso!!
    proverò a muovermi anche io..
    sono schifosi! pensavano che nessuno se ne accorgesse? hanno fatto una figura di m…
    boicottiamo subdued!
    Noi non vediamo l’ora di vedere la TUA unica originale vera nuova collezione..che compreremo in massa e sfileremo davanti ai loro negozi nelle nostre città. alla faccia loro! infami!

  • Bray said:

    Dovresti denunciarli,non possono copiarti le magliette
    per quanto semplici che siano

  • Laura said:

    Ciao a tutti,
    sono Laura e vi scrivo a nome del marchio Subdued.
    Vorrei spiegare per bene quanto è succeso perchè sto leggendo nei vari blog parole troppo pesanti al riguardo ai limiti della diffamazione e passabili quindi di querela. Subdued ha una sua identità forte e consolidata, i suoi designer sono professionisti seri ed affermati che non hanno bisogno di rubare le idee di giovani blogger creative.
    Questo è l’accaduto:
    Per rispondere alle continue richieste delle nostre clienti desiderose di dire la loro in fatto di moda abbiamo lanciato un piccolo concorso che dà ad alcune di loro la possibilità di vedere realizzata la propria tshirt. Le magliette in questione che trovate nei nostri negozi ci sono state proposte da alcune clienti e ci tengo a precisare NON SONO STATE REALIZZATE DAI NOSTRI STYLIST.
    Trattandosi di una piccola iniziativa rispetto a ben più ingenti cose di cui ci occupiamo, per partecipare basta presentare un’autocertificazione di originalità del disegno che ci viene proposto. Nello specifico significa che le clienti che ci hanno proposto questi disegni hanno rubacchiato qua e là le idee spacciandole per proprie, cosa che del resto, in regime di copyleft, è anche abbastanza frequente ed incontrollabile.
    Ci dispiace molto per l’accaduto, speriamo vivamente che le prossime idee che ci giungeranno saranno autenticamente originali.
    Laura

  • Myriam said:

    ho letto ieri questo post ma non sono riuscita a commentare… parto dal fatto che questa ’subdued’ neppure la conosco (dovrei? è famosa?), insomma ho sempre saputo che queste tee erano firmate styleforstyle! quello che ti è capitato è davvero penoso e la risposta che hai ottenuto dalla ditta lo è altrettanto a mio parere..

  • peper said:

    … tutta questa inutile storia che sta diventando più grande di quanto dovrebbe esserlo, a mio avviso, sembra un debole espediente per emergere sulle spalle di un’azienda che da anni rappresenta un’icona nel mercato delle teen ager.
    Ad ogni buon conto,se la Stylist di StyleforStyle voleva essere contattata da Subdued poteva mandare il CV senza fare tutte queste storie.
    Da ultimo, mi corre l’obbligo di evidenaziare che … ahimè sono cose che capitano!

  • Lori said:

    Questo ultimo commento mi lascia allibita per più punti. Prima cosa se un marchio è un’icona per teenager questo non vuol dire che sia serio e onesto, visto che Brandy lo è, ma è peggio di Subdued. Seconda cosa, si capisce benissimo chi ha fatto il plagio, quindi è inutile parlare di Giorgia che vuole fare una scalata del web sulle spalle di una “povera” azienda che ha prodotto le sue stesse tshirt. Questo commento sembra lasciato da qualcuno che ha interesse a proteggere la propria azienda, andando a offendere la persona realmente lesa dall’accaduto. Perché dirle di andare a portare il CV e non fare tutto questo tam tam di notizie è assolutamente prendere in giro, visto che lei non ha cercato Subdued, ma sono loro che sono andati da lei a rubare idee.

  • Giorgia Capaccioli (author) said:

    grazie Lori, ma credo che rispondere ad un commento del genere sia solo spreco di pura intelligenza! visto che è palese il conflitto che si legge all’interno delle parole di “peper”…cmq ti ringrazio per aver confermato ancora una volta che il pubblico non si può prendere così facilmente in giro!
    Saluti

  • EMMA said:

    cara Giorgia,

    tu sei molto giovane ma dovresti sapere e spero che questa esperienza te lo insegni che quello che ti è accaduto accade molto spesso, ogni cosa che viene pubblicata sulla rete viene copiata e imitata, purtroppo capita molto più spesso di quello che pensiamo, se tu non hai un nome molto famoso le aziende importanti, che bene o male hanno il sedere parato, non si fanno scrupoli a copiare le idee trovate su internet.
    Dal trucco al vestito all’idea design, sono veramente tante le idee che si copiano

    A questo punto è una responsabilità del designer emergente capire e sapere questo e accettare il rischio.

    Hai scoperto la subdued o chi per essa, qualcuno che ha partecipato a questo concorso, ma se per esempio a copiarti era uno sconosciuto brand asiatico te ne saresti accorta? Sai quante fotografie vengono rubate dai siti famosi come flickr e utilizzate senza nemmeno citare il nome dell’autore da famose testate giornalistiche?

    Il consiglio che mi sento di dare ai giovani designer è di fare attenzione e prima di pubblicare e buttarsi nel mare della rete cercare di consolidare il proprio marchio, magari ovviamente registrandolo, e di lavorare prima nella vita reale e non cercare di emergere soltanto tramite il web per non incorrere in spiacevoli sorprese.
    Fatevi conoscere di persona, vendete direttamente nei negozi, internet è una vetrina non un mezzo.

  • barbie said:

    e non solo copiano le magliette e vestiti di tanti altri marchi importanti scandalosoooooooooooooooooooooooooo

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.