Home » Moda

Paris Fashion week – “Gli uccelli del paradiso” di Riccardo Tisci

9 marzo 2009 No Comment

givenchy-fall2009.jpg

Givenchy, ormai è sinonimo di trasgressione, leggings in pelle, camice gotiche e lunghe catene in oro da rock star.

Ma per l’inverno 2009, Riccardo Tisci ci stupisce nuovamente, trasformando i suoi capi in pezzi quasi da “Haute Couture” con tagli sartoriali asimmetrici e piume vaporose ad impreziosire le forme.

Prendendo ispirazione dall’arte surrealista della designer Elsa Schiaparelli, anche Riccardo Tisci , oltre a Dolce&Gabbana proietta la sua collezione verso simboli maggiormente femminili , lasciando sempre la sua firma dark-chic.

Piume di marabù color rosa e chiffon bianco contrastano la forza espressiva di alcuni capi completamente adorati e tempestati da borchie argentate.

Anche le calazature, firmate Rossimoda, lottano tra aggressività e leggerezza.

givenchy-shoe-studded.jpggivenchy-shoe-piume.jpg

Non mancano infatti sandali in stile “gladiatore” borchiati a mano e sensualissime calzature decorate da ciuffi di morbide piume.



No Comment »

  • alice said:

    ALTRO CHE DOLCE E GABBANA!!!!!…..LUI è IL NOSTRO FUTURO FANTASTICO SENSUALE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!IS NUMBER ONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Giorgia (author) said:

    Ciao Alice sono contenta di sentire parlare le fan di Riccardo tisci…lui è veramnete uno dei migliori designers del momento oltre a Decarnin!
    xoxo gio

  • IrisBuzz » Paris Fashion week - “Gli uccelli del paradiso” di Riccardo Tisci said:

    [...] Leggi tutto su Paris Fashion week – “Gli uccelli del paradiso” di Riccardo Tisci [...]

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.