Home » Moda, Stile

D.I.Y_”It bag” firmata Wang

27 giugno 2009 3 Comments

wang_bag_marykate.jpg

La Coco Duffel studded leather bag” disegnata da Alexander Wang per la collezione A/I 2010, dopo il suo debutto, è diventata nel giro di pochi giorni l’ossessione di molte Fashioniste.

Complice la stilosissima, Mary Kate Olsen, che ne ha fatto una grande pubblicità, indossandola quotidianamente, sia in occasioni casual che non…e così, grazie alla sua celebrità, la borsa borchiata di Wang si è trasformata in una “It” bag.

La richiesta è andata alle stelle in pochi mesi ma l’unica a poter sfoggiare questo richiestissimo accessorio è la stessa Mary Kate. Diversi allora sono stati i tentativi di cercarne una copia in giro…ma c’è chi con astuzia è riuscita a crearne una in casa.

wang_fai_da_te.jpg

Con una borsa in pelle nera “comune” un pò di borchie e tanta pazienza….

Privilegio della borsa disegnata da Wang, è la sua semplicità, non rimane appariscente come le ormai passate “Logo Bag” e la sua particolare copertura di borchie alla base crea un effetto sorpesa immediato…

Ecco come in pochi passi ogni Fashionista potrà decidere di crearsi la propria “ItBag”…e poi diciamocelo i prezzi di questi gioielli non sono spesso accessibili…

collage by Styleforstyle



3 Comments »

  • Fra89 said:

    Bella, semplice e originale! baci

  • verza said:

    Ué, la Mary Kate ha le scarpe uguali alle mie!
    Carina come idea, magari mi cimenterò anch’io nell’impresa.

  • Marylucy said:

    stupenda…adoro mary kate e il suo stile “grunge” chic…bauletto in pelle straordinario!

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.